CRONO ASTE S.R.L.

info@cronoaste.it - 3501389723

lunedì - venerdì 09:00/19:00

sabato 09:00/15:00


VILLA UNIFAMILARE G/9

Tribunale di Paola
Concordato Preventivo R.G. N. 2/1992 - Lotto 1
Giudice Delegato: Dott. Matteo Torretta 
Commissario Giudiziale: Dott. Fernando Caldiero 
Liquidatore: Avv. Mario Pace
Codice asta: 647694

Villa unifamiliare G/9, sita in loc. Fortino di Praia a Mare e censita al NCEU al fg. 52 P.lla 740/6 graffata 741/3, categoria catastale A/7 Classe 2 Consistenza 21 vani Sup. Catastale mq. 534 escluse aree scoperte mq. 513, Piani T-1-2, confini: Nord p.lla 640, Est p.lle 642, 644 e corte p.lla 740, Sud. corte p.lla 740, Ovest corte p.lla 740, p..la 992, p.lla 991, p.lla 640 e strada Via Fortino.

Trattasi di intero fabbricato destinato a villa residenziale unifamiliare con annessa corte di esclusiva pertinenza comprensiva di zone a verde e piscina, posta in una zona di particolare panoramicità e pregio paesaggistico, realizzata con strutture a telai in c.a. dotata di aree porticate, copertura a tetto a tre falde, pareti esterne ben intonacate e tinteggiate, disposta su quattro livelli, ovvero:

  • Piano seminterrato con accesso sia autonomo lato sud sia tramite vano scale interno, di superficie lorda pari a 220 mq con annesso garage carrabile di superficie lorda pari a mq. 105. Risente della presenza di umidità viste le copiose infiltrazioni provenienti dal terreno retrostante.
  • Piano terra di superficie lorda pari a mq. 168 a cui si accede per mezzo di vasto e panoramico porticato esteso mq. 42, contiguo all’area di corte estesa per mq 1.105 circa che ospita sul lato sud con vista sull’Isola di Dino, la piscina di circa mq. 76, nonché vasto terrazzo sul lato Nord di mq. 168 pavimentato con lastre rettangolari in marmo, delimitato da parapetto in muratura e ringhiera metallica e soprastante al garage del piano seminterrato e a parte dell’appartamento dello stesso piano. Il piano terra ospita un vasto soggiorno in cui di recente è stata ricavata una camera da letto, oltre che alla cucina ad un ampio locale lavanderia e ad un WC dotato di antibagno. Anche in questo caso la parete interna lato est presenta copiose infiltrazioni di acque meteoriche.
  • Piano primo di superficie lorda pari a mq. 140 dotato di balcone, attualmente chiuso a veranda per mezzo di rimovibili infissi scorrevoli in alluminio di superficie pari a mq. 24 e composto da tre WC di cui due accessibili esclusivamente dalle due delle tre camere da letto, un soggiorno e una cucina.
  • Piano sottotetto di superficie lorda pari a mq. 86 di altezza media pari a 1,80 m, presenta un WC di servizio con rivestimenti tipici degli anni ’70. Utilizzato perlopiù come ambiente di deposito e rifinito nelle pareti ad intonaco civile e pavimentato con mattonelle di ceramica; presenta un lucernaio che necessita manutenzione.
  • Area esterna: vasta corte di esclusiva pertinenza che presenta zone e camminamenti ben pavimentati, aree a verde con la presenza di piantumazioni tipiche della macchia mediterranea, una piscina ad uso esclusivo. La corte risulta avere dalle risultanze catastali una estensione pari a circa mq 1.105. Sulla parte estrema della stessa e in particolare sul lato sud ma separata da un muro che ne inibisce l’accesso, insiste un corpo di fabbrica in c.a. con soprastante piscina e sottostante locale foresteria di esclusivo utilizzo della villa G/5 censita al fg. 52 P.lla 739 estranea alla procedura.

La villa è attualmente occupata dalla consorte del Sig. XXXXXXXXX e da alcuni familiari.

L’immobile è stato realizzato in forza della Concessione Edilizia n. 38 del 20.08.1977. Sullo stesso immobile, a causa di difformità alla suddetta Concessione il sig. XXXXXXXXX ha presentato in data 15.04.1986 al n. 4058 progr. n. 0108543109 domanda di condono edilizio ai sensi della L. 47/85 non ancora perfezionata con il rilascio della Concessione in Sanatoria. Per il perfezionamento di tale pratica, per cui risulta versata a titolo di oblazione la complessiva somma di £. 11.393.000 e presentata la Certificazione attestante l’idoneità Statica, occorre ancora versare al Comune di Praia a Mare la somma di £. 12.823.194 (€ 6.622,60) per oneri concessori, e presentare progetto per l’ottenimento dell’Autorizzazione Paesistica e del Nulla Osta Idrogeologico, nonché progetto per la quantificazione dell’indennità risarcitoria in materia di Danno Ambientale. Il sottoscritto ha stimato in complessive € 13.000,00 le spese tecniche e di diritti di segreteria per tali adempimenti. Non è possibile in tale fase stimare l’indennità risarcitoria da danno ambientale perché di competenza della Regione Calabria.

Si precisa che sulla corte esclusiva insiste una piscina realizzata senza titolo abilitativo e che al piano seminterrato della villa è stato realizzato, anche in questo caso senza alcun titolo abilitativo e per ampliamento, un vasto locale adibito parte a garage e parte a zona residenziale non oggetto della domanda di condono citata. Inoltre sul lato sud della corte censita al fg. 52 p.lla 740 Sub.6 di esclusiva pertinenza della villa, insiste una ulteriore piscina con sottostante locale foresteria a cui si accede esclusivamente dalla corte di altra proprietà ovvero p.lla 739 e per tale piscina e locale foresteria in data 26.04.1986 al n. 4057 progr. 0234302900 il sig. XXXXXXXXX ha presentato domanda di condono edilizio ai sensi della L. 47/85 non ancora perfezionata. Per il perfezionamento di tale pratica, per cui risulta versata a titolo di oblazione la complessiva somma di £. 2.814.000, risulta presentata la Certificazione attestante l’idoneità Statica e presentato il progetto per l’ottenimento dell’Autorizzazione Paesistica, occorre ancora versare al Comune di Praia a Mare la somma di £. 5.459.429 (€ 2.819,55) per oneri concessori, e presentare progetto per il Nulla Osta Idrogeologico, nonché progetto per la quantificazione dell’indennità risarcitoria in materia di Danno Ambientale. Il sottoscritto ha stimato in complessive € 7.000,00 le spese tecniche e di diritti di segreteria per tali adempimenti. Non è possibile in tale fase stimare l’indennità risarcitoria da danno ambientale perché di competenza della Regione Calabria.

Ai fini della sanatoria degli abusi della villa G/9 evidenziati, si precisa che, in conformità a quanto stabilito dall’art. 36 del DPR 380/2001, per la regolarizzazione della piscina non è possibile accedere alla sanatoria, essendo di conseguenza necessario l’obbligo della messa in pristino del sito, con conseguente riempimento dello scavo effettuato e la cui esecuzione è stata valutata in complessivi € 15.000, somma comprensiva di oneri tecnici e diritti di segreteria. Anche per l’intero ampliamento del piano seminterrato è necessario procedere alla demolizione e alla messa in pristino dello stato dei luoghi ante abuso in quanto non conforme alla normativa urbanistica oggi vigente nel Comune di Praia a Mare; i costi per la demolizione e smaltimento inerti sono stati stimati dal sottoscritto in € 30.000 cui si aggiungono gli oneri tecnici e di segreteria per € 5.000,00. Infine i costi di ristrutturazione necessari ad eliminare le infiltrazioni riscontrate nei piani seminterrato e terra ammontano ad € 80.000.

Non vi è corrispondenza con la planimetria catastale che va aggiornata.

Il valore di mercato (già decurtato dei precedenti oneri e spese complessivamente individuati in € 150.000) della Villa G/9 censita al fg. 52 P.lla 741 Sub. 3 graffata con corte P.lla 740/6 risulta pari ad € 642.000,00.

Il Valore di mercato della piscina, dei locali foresteria e tecnico, che insistono sulla estremità sud della corte di esclusiva pertinenza della villa G/9, ovvero corte Fg 52 p.lla 740/6, e a cui si accede esclusivamente dalla corte della villa G/5 estranea alla procedura risulta pari ad € 57.000,00, valore non comprensivo degli oneri e delle spese di completamento del condono edilizio.

E’ bene infine precisare che qualora si volesse scorporare la piscina accessibile solo dalla villa G/5 dal lotto unico costituendo in tal modo un lotto autonomo, è necessario procedere al frazionamento della corte esclusiva della villa G/9. Le spese tecniche per tale frazionamento sono stimate in complessive € 3.500.

DETTAGLIO VENDITA

Modalità di vendita Asincrona competitiva telematica
Asta con inizio il 17/01/2023 ore 12:00 e termine il 19/01/2023 ore 12:00
Prolungamento 15 minuti
Prezzo base d'asta € 642.000,00 oltre Iva e spese
Offerta minima ammissibile pari al 75% del prezzo base € 481.500,00 oltre oneri e spese.
Cauzione pari almeno al 10% del prezzo offerto
Rialzo minimo € 5.000,00
Termine presentazione offerte 16/01/2023 ore 13:00
Pubblicato nel portale il 14/11/2022


Richiesta di visione del bene

Se vuoi ricevere maggiori informazioni o assistenza contattaci